Lipofilling - Lipostrutturazione

 

Il Lipofilling (lipostrutturazione) è un intervento chirurgico basato sull'impiego del proprio grasso come un filler per correggere difetti  volumetrici isolati responsabili di alterazioni del profilo del volto o del corpo.
Il tessuto adiposo viene prelevato da sedi che ne sono naturalmente più ricche (cosce, fianchi, addome, ecc) mediante una lipoaspirazione eseguita con cannule sottili ed una apposita metodica (Tecnica di Coleman) che consente di non danneggiare gli adipociti durante le operazioni di prelievo. Il lipoaspirato viene poi sottoposto a decantazione e centrifugazione per eliminare sierosità ed altre impurità che altrimenti costituirebbero circa il 40 % del suo volume.

Recentemente è stato accertato che il tessuto adiposo è una fonte importante di cellule staminali e questo ha trasformato il concetto di  lipofilling nel più ampio concetto di lipostrutturazione utile in circostanze di impoverimento cellulare tessutale quali le radiodermiti ( danni di esposizione a radiazioni ionizzanti comunemente utilizzate nella cura di alcuni tumori), gli stravasi di antiblastici, le aree cicatriziali cutanee, condizioni di fibrosi tessutali. In questi casi l'apporto di cellule staminali porta importanti risultati riconducibili  a meccanismi terapeutici caratteristici della medicina rigenerativa.

In medicina ed in chirurgia estetica il lipofilling trova indicazione nel trattamento di rughe e depressioni del volto, nel ringiovanimento generale del volto, nella mastoplastica additiva senza protesi, nel trattamento di cicatrici depresse, nella cura delle occhiaie e nella correzione di cicatrici depresse o di difetti superficiali delle protesi mammarie.

Gli interventi vengono eseguiti in anestesia locale associata talvolta ad una sedazione endovenosa in regime ambulatoriale o di day surgery. Una terapia antibiotica profilattica con antibiotici a largo spettro viene iniziata preoperatoriamente per via orale o endovenosa. Le cicatrici residue sono limitate alle piccole incisioni (3-5 mm) necessarie per il passaggio delle cannule per la lipoaspirazione e per il lipofilling. La percentuale di tessuto adiposo che attecchisce nella sede di impianto è estremamente variabile ma solitamente quantificabile in circa il 50% del volume iniettato. Per questi motivi dovranno sempre essere pianificati più sedute di lipofilling per ottenere una correzione soddisfacente.


POSSIBILI COMPLICANZE

Complicanze generiche legate alle anestesie locali o generali sono possibili per qualsiasi intervento chirurgico. In pazienti in buone condizioni generali, e con parametri vitali ottimizzati da eventuali preparazioni specifiche,  le complicanze importanti potranno essere ridotte ad eventi estremamente rari.

Le complicanze specifiche del lipofilling sono rappresentate da ecchimosi, che possono verificarsi sia nella zona donatrice che in quella ricevente, infezioni, irregolarità cutanee,  ipocorrezioni ed ipercorrezioni temporanee.

Tutte queste complicanze sono nel complesso rare e suscettibili di risoluzione mediante terapie farmacologiche o chirurgiche.

HOME | CHI SIAMO | CHIRURGIA ESTETICA | CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA | MEDICINE ESTETICA | GALLERY | NEWS | CONTATTI

COPYRIGHT © Alessio Caggiati - P.IVA 12162181007 - Tutti i diritti riservati